Responsive Ad Slot

Latest

The Voice of Italy 2018: tutte le novità della quinta edizione

giovedì 22 marzo 2018

/ by Tv Italiana

Un cast e un meccanismo quasi del tutto rinnovato: riparte da queste premesse la nuova edizione di The Voice of Italy 5, in onda da giovedì 22 marzo alle 21.20 su Rai Due. A condurre le (sole) otto puntate del programma ci sarà Costantino della Gherardesca mentre sulle poltrone dei coach (per la quarta volta) J-Ax  ma anche Al Bano, Francesco Renga e Cristina Scabbia.

Le fasi della gara
Si parte come di consueto dalle Blind Audition, in quattro puntate. 100 aspiranti concorrenti cercheranno di conquistare i quattro coach, ma solo 48 di loro (12 per team) arriveranno ai Knock Out.

Stando a quanto è stato raccontato nella conferenza stampa, in questa prima fase di gara i coach non si gireranno davanti ai "no" dati ai concorrenti scartati. Dunque, non daranno alcuna spiegazione circa il loro rifiuto. Altra novità sarà il fatto che verrà dato molto spazio alle storie dei concorrenti e alle loro famiglia: dunque aspettiamoci filmati girati in esterna.

Nei Knock Out, che si svolgerà in due puntate, i talenti di ciascuna squadra si sfideranno fra loro con un cavallo di battaglia e solo i 16 rimasti (4 per team, accederanno) alla Battle, l’ultima fase eliminatoria, che si svolgerà in una sola puntata. A questo punto spetterà a ciascun coach il compito di scegliere l’unico rappresentante del proprio team che, nella Finale Live, sarà sottoposto al giudizio del pubblico a casa.

Il Blocca Coach
Ognuna di queste tre fasi vede l’introduzione nel meccanismo di una picola novità.
Già vista negli USA e da noi spoilerato con un mese di anticipo, arriva nelle Blind Audition il Blocca coach, dei bottoni luminosi che daranno la possibilità ai coach di bloccare un collega coaì da non far girare la sua poltrona (questa funzione potrà essere utilizzata una sola volta per ogni coach).

La poltrona del ripescando
Nei Knock Out si riconferma lo Steal ma sotto una nuova forma: la poltrona del ripescando. In breve, come la six chair challenge ma a The Voice di sedia liberà ce n'è solo una per coach. Dopo ogni sfida, i coach potranno decidere di "rubare" un cantante concorrente scartato riempiendo la loro sedia. L'opzione Steal potrà essere utilizzato ad oltranza dai coach fino a fine Knock Out... ma il posto da riempire resta sempre uno.

Il Sing Off
Nella Battle ci si gioca il Sing Off: uno spareggio all’interno di ogni team sul brano che i concorrenti hanno presentato alle Blind Audition.

I finalisti, accompagnati da un corpo di ballo e da un’orchestra di 13 elementi, verranno votati in diretta dal pubblico: saranno gli spettatori a casa a determinare il vincitore assoluto, che si aggiudicherà un contratto discografico con Universal Music Italia.

Nessun commento

Posta un commento

© all rights reserved
made with by templateszoo